Tracheite e bronchite

Quando la mucosa dell’apparato respiratorio si infiamma, in seguito ad un attacco da parte di un agente microbico, generalmente batterico o virale, l’infezione può espandersi sempre più in profondità sino ad arrivare alla mucosa che riveste la trachea e i bronchi, dando luogo a tracheiti e bronchiti.

Queste patologie hanno la massima incidenza in inverno, anche se sono molto frequenti nei cambi di stagione e ultimamente, specialmente con la diffusione degli impianti di condizionamento d’aria, in estate. La tracheite è di solito accompagnata da senso di bruciore dietro lo sterno, respiro affannoso e tosse secca e stizzosa. Può esserci anche la febbre con malessere generale. L’infiammazione della trachea non è mai localizzata ma si accompagna di solito a laringiti e, o bronchiti. Quando l’infezione raggiunge la mucosa dei bronchi generalmente la tosse diventa produttiva. I sintomi tipici di bronchite sono perciò tosse catarrale intensa e febbre alta, che tende a stabilizzarsi intorno ai 38 -39 gradi.

La possibilità di contrarre tracheiti e bronchiti aumenta quanto più il sistema immunitario dell’organismo è debilitato.

La strategia terapeutica si basa su sei aspetti fondamentali:

  • Agire per via sistemica per contrastare la proliferazione microbica
  • Intervenire con una terapia aerosolica per la pulizia selettiva, il drenaggio, l’espettorazione e la decongestione delle vie aeree superiori
  • Integrare la microflora intestinale con l’assunzione di probiotici
  • Agire sulla tosse, a seconda che essa sia secca o produttiva
  • Seguire una dieta adeguata per rafforzare il sistema immunitario
  • Adottare uno stile di vita volto ad alleviare ansie e stress, per consentire all’organismo di autorafforzarsi.